Questo sito utilizza cookie al fine di migliorare i servizi offerti e l'esperienza di navigazione. Per ulteriori informazioni o per scoprire come modificare la configurazione, consulta la nostra privacy policy.  

Alberto Bortoluzzi, “Un mondo ai piedi”

Fotografie di Alberto Bortoluzzi

Dal 11 giugno al 27 giugno 2010


Non ho una visione negativa delle cose decadenti o che dimostrano la loro età. Anzi le vecchie cose, così come le case che hanno tanti anni, hanno colori e sembianze decisamente più affascinanti. In mostra a Villa Morotti espongo un'antologia di dieci scatti di un metro per un metro sistemati su cavalletto, intitolata 'Un mondo ai piedi'. E' un lavoro che dura circa da un anno e mezzo. Tutto è cominciato quando mi sono visto volare oltre la recinzione dell'oratorio di San Vittore, vicino al quale abito, un pallone completamente sfilacciato e consumato. Ne 'rimaneva solo l'anima'.

A raccontare e descrivere la sua ultima fatica è Alberto Bortoluzzi in persona che spiega genesi e ragioni dei suoi ultimi scatti fotografici.

Di Bortoluzzi, che dal 1993 si dedica totalmente alla fotografia, Roberto Mutti ha scritto: “...non cita, non si rifà, non allude, non obbliga a confronti, non ammicca ad altri autori, operazioni sempre sospette per mancanza di sincerità quando non per eccesso di altezzosità. Di questo atteggiamento, peraltro raro, non si può che essergli grati...”".

(Testo di Clara Castaldo, ArteVarese.com)

La mostra “Un mondo ai piedi” di Alberto Bortoluzzi inaugura la Sala delle Colonne come nuovo e ulteriore spazio dedicato all'arte e alle mostre temporanee.



Archivio completo mostre