Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Questo sito non usa cookie di profilazione. Puoi continuare a navigare in questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccare su “Accetto” permettendo il loro utilizzo. Per ulteriori informazioni consulta la nostra privacy policy.  

Michelle Benoit - Strati di Luce

Dal 15 novembre 2018 al 31 gennaio 2019

Inaugurazione giovedì 15 novembre 2018, dalle ore 18 alle 22

Michelle Benoit è un’artista che lavora la luce. 

I materiali che le appartengono sono il legno e la lucite, appunto. Il primo, un materiale morbido, plasmabile, facilmente piegabile alla volontà della forma, il secondo un materiale durissimo, complesso, che richiede un’estrema precisione nella sua lavorazione, per non essere rovinato. 
Michelle, attraverso un lungo e complesso procedimento di stratificazione, pittura e taglio, crea tra loro un legame indissolubile, li fonde, utilizzando come promessa il colore, che viene esaltato all’ennesima potenza dalle forme e dalla luce che si presta volontariamente a essere imprigionata nei suoi lavori per poi restituirsi nella sua massima espressione. 

Lei è fautrice delle sue opere così come le sue opere sono manipolatrici della sua volontà. Non sa mai davvero che forma prenderanno i suoi lavori, fino alla fine, fino a che non sente che il materiale stesso ha raggiunto la sua deformazione naturale arrivando alla perfezione del suo stato. Crea un rapporto intimo con esso, ed è proprio in nome di questa intimità che lavora solo su piccole misure. Fino a ora la dimensione ridotta le ha permesso di non disperdere luce, energie, sensazioni. Le ha permesso di sentire l’opera tra le sue mani come un puro atto creativo; lei va al cuore del suo lavoro, ne estrae la centralità e la concretizza, regalando una serie di lavori perfettamente equilibrati e composti, che si dichiarano nella loro complessissima semplicità.

Ma le sue opere sono anche frutto di un connubio interiore tra presente e passato. La solidità e pesantezza dei materiali sono l’ancora del suo presente, mentre le sfumature dei colori sono il simbolo di eventi passati, di persone o luoghi conosciuti. L’artista sceglie di imprimerli nella sua memoria definitiva e sceglie di dar presenza al suo passato attraverso il colore e l’elevazione a stato di opera d’arte. 

Nei suoi lavori, dunque, c’è un universo intero, fatto di progettazione, manipolazione, studio, anima, emozione.

Guarda il catalogo della mostra

Per le visite alla Galleria di Daverio si richiede cortesemente di telefonare al numero 0332.947123 / 335.6348880 o inviare una email all'indirizzo info@morottiarte.it

Morotti Arte Contemporanea

P.za Monte Grappa 9, Centro Storico - Daverio (VA)

P.Iva 08485980158

Privacy

Uluru